Scienze dell’alimentazione
e Dietetica

La visita specialistica dietologica ha l’obiettivo di valutare lo stato nutrizionale di un paziente e di diagnosticare un’eventuale sua malnutrizione o una carenza (oppure un eccesso) nutrizionale o metabolica legata a determinati stati clinici patologici (diabete, celiachia, insufficienza renale, insulinoresistenza).

Scienze dell’alimentazione
e Dietetica

La visita specialistica dietologica ha l’obiettivo di valutare lo stato nutrizionale di un paziente e di diagnosticare un’eventuale sua malnutrizione o una carenza (oppure un eccesso) nutrizionale o metabolica legata a determinati stati clinici patologici (diabete, celiachia, insufficienza renale, insulinoresistenza).

Di cosa si occupa la Scienze dell’Alimentazione e Dietetica

Ogni 10 minuti nel nostro paese una persona muore a causa di complicazioni legate all’obesità, inoltre negli ultimi due anni (complice anche il Covid) i disturbi alimentari (bulimia, anoressia, binge eating) sono aumentati del 30% tra i giovani.

In Italia il tasso di malnutrizione è molto elevato, 1 bambino su 3 nella fascia d’età tra i 6 e i 9 anni è in sovrappeso.
All’origine della malnutrizione vi sono sicuramente abitudini alimentari sbagliate e comportamenti sedentari come l’inattività fisica.

La visita Dietologica presso il poliambulatorio Scudosanitas di Roma è la soluzione ideale per:

  • prendersi cura del proprio benessere psico-fisico, mediante un regime nutrizionale controllato volto a prevenire l’insorgenza di patologie;
  • curare e monitorare sintomi e patologie (diabete, anoressia, cefalea, gastrite, colite, sindrome metabolica, obesità) collegate (direttamente o meno) con il proprio regime alimentare;
  • prevenire o curare la “malnutrizione in difetto” e” in eccesso”;
  • coloro che devono ricorrere temporaneamente alla nutrizione artificiale in quanto impossibilitati ad alimentarsi per bocca.

Che cos’è e a cosa serve la visita Dietologica?

La visita specialistica dietologica svolta presso il Poliambulatorio Scudosanitas di Roma ha l’obiettivo di valutare lo stato nutrizionale di un paziente e di diagnosticare un’eventuale sua malnutrizione o una carenza (oppure un eccesso) nutrizionale o metabolica legata a determinati stati clinici patologici (diabete, celiachia, insufficienza renale, insulinoresistenza). La malnutrizione più essere “in difetto” oppure “in eccesso”. La prima è ad esempio quella proteica, e si manifesta quando il paziente ha una patologia importante che causa cali ponderali involontari, come nel caso di coloro che soffrono di disturbi del comportamento alimentare o di cachessia neoplastica e che si sottopongono o meno a cicli di radioterapia o di chemioterapia. La “malnutrizione in eccesso” è tipica, invece, dei pazienti in sovrappeso o obesi, ovvero coloro che sono soggetti a rischio di sviluppare malattie cardiovascolari (ictus, infarto ipertensione arteriosa) e metaboliche (diabete mellito). 

La visita dietologia varia in funzione del quadro nutrizionale di riferimento. Il paziente che si rivolge allo Specialista Dietologo potrebbe essere obeso o in sovrappeso, quindi la visita, in questo caso, ha il fine di ridurre il rischio di sviluppare patologie cardiovascolari e metaboliche, nonché di fornire indicazioni dietetiche specifiche per farlo dimagrire, facendo particolare attenzione alle eventuali comorbilità associate (insufficienza renale o epatica, diabete, dislipidemia). Oppure la visita dietologia potrebbe servire quando una persona è impossibilitata ad alimentarsi per bocca e necessita di una soluzione momentanea o definitiva come la nutrizione artificiale enterale (via cutanea) o parenterale (via venosa). Invece nel caso di malfunzionamento in difetto lo scopo della visita sarà quello di migliorare il quadro nutrizionale del paziente al fine di evitare e prevenire quadri carenziali che gli impedirebbero di affrontare al meglio alcune cure come la chemioterapia o la radioterapia.

Come si svolge la visita Dietologica?

La visita specialistica inizia con il Dietologo che valuta l’anamnesi, ovvero la storia clinica del paziente, raccogliendo quante più informazioni possibili e utili al fine di comprendere il suo stile di vita, le abitudini quotidiane, le malattie pregresse o in corso (sia personali che familiari), e l’assunzione o meno di farmaci. Successivamente la visita prosegue con l’analisi ponderale, ovvero lo specialista si focalizza sulla storia del peso del paziente, per comprendere le eventuali oscillazioni (in eccesso o in difetto), se esse siano state improvvise e spontanee piuttosto che legate a condizioni patologiche. Per esempio, se il paziente è affetto da obesità sarà utile capire se in passato abbia seguito percorsi dietologi, con farmaci o meno e con che risultati. La prima parte della visita termina con l’anamnesi alimentare, ovvero con la comprensione da parte del Medico comprendere le abitudini alimentari del soggetto. In seguito si passa all’esame obiettivo, durante il quale viene misurata altezza e peso del paziente per calcolare l’Indice di Massa Corporea (BMI) e diagnosticare l’eventuale stato di malnutrizione. Nel caso in cui il paziente fosse sottopeso è utile misurare la circonferenza del braccio invece nel caso in cui fosse sovrappeso quello della circonferenza della vita.

Bisogna precisare che in ogni caso lo stato nutrizionale di un paziente deve essere definito valutando anche gli esami ematochimici pertanto, nel caso in cui egli non ne sia in possesso, la visita termina con il medico che gli prescrive determinati esami del sangue ed eventuali indagini strumentali (colonscopia, gastroscopia, ecografia addominale e tiroidea). Nel caso in cui per il paziente sia la prima visita dietologica, solitamente al suo termine il Medico gli chiederà di compilare un diario alimentare, utile per comprendere e stimare gli introiti giornalieri, così da fornire suggerimenti e indicazioni alimentari mirate ed idonee alle sue problematiche specifiche.

Quanto dura la visita di Dietologica?

Il tempo impiegato per svolgere la visita dipende da molte variabili, solitamente è di un minimo di 20 minuti fino a un massimo di 40 minuti.

Prestazioni eseguite in Scienze dell’alimentazione e Dietetica

  • VISITA DIETOLOGICA + ELABORAZIONE DIETA PERSONALIZZATA;
  • VISITA DIETOLOGICA DI CONTROLLO;
  •  INTOLLERANZE ALIMENTARI SU PRELIEVO EMATOCHIMICO (110 ALIMENTI);
  • INTOLLERANZE ALIMENTARI SU PRELIEVO EMATOCHIMICO (60 ALIMENTI).

I nostri medici

FA
Dott. Fabio Abbadessa
Specialista in Endocrinologia e Scienze dell’alimentazione

Come prenotare una visita

Presso il Poliambulatorio Scudosanitas è possibile effettuare una visita Dietologica tramite diverse modalità di accesso:

Privatamente
Convenzioni con Fondi Sanitari, Casse Mutua e Compagnie Assicurative

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Lasciaci i tuoi dati e ponici le tue domande, il nostro team si metterà al più presto in contatto con te.


    Le storie dei nostri pazienti

    53 anni | Roma
    Io e la mia famiglia siamo clienti fedeli di Scudosanitas da diversi anni, in nessun Poliambulatorio mi è mai capitato di sentirmi a casa. Nonostante le difficoltà e le criticità degli ultimi due anni, legate al Covid, la struttura è riuscita a mantenere un livello di eccellenza e di… Leggi tutto
    48 anni | Roma
    Ringrazio infinitamente la struttura e tutti i medici che hanno risolto le problematiche di salute di mio marito. Da due anni non venivamo a capo da una situazione che stava compromettendo la sua salute nonchè la nostra armonia. Ci siamo affidati e abbiamo fatto bene, è stato diagnosticato il… Leggi tutto
    36 anni | Londra
    Abito all’estero da 7 anni ma ogni anno torno a Roma per fare il check-up di controllo a Scudosanitas. Tutti i controlli vengono eseguiti in una sola mattinata, il personale è gentile, cortese e comprensivo, i medici scrupolosissimi ed empatici. Così come di grande soddisfazione è la rapidità nei… Leggi tutto